Tablet o portatile?

scritto da Mauricio

Partirò subito con la risposta a questo quesito: non ho la risposta. Semplicemente perché la risposta si basa su dati soggettivi, potrei trovare persone che risponderebbero “Sì” e altre “No”, dipende tutto da cosa ogni uno si aspetta dal mezzo e dall’utilizzo che deve fare con il dispositivo.
In questo articolo vorrei invece valutare i dati oggettivi e cambiare la domanda in “ti serve veramente un computer?”.

La nuova domanda e i dati oggettivi sono estremamente interconnessi, tanto che non riuscirei a parlare di uno senza toccare l’altro. Ora cerco di spiegarmi meglio, valutando ogni aspetto del mezzo, dell’utilizzo e delle aspettative.

IL MEZZO
Se guardiamo il mercato dei tablet troveremo un'infinità di dispositivi, di tutte le marche, taglie, potenza, capacità di memoria, con schermi di altissima definizione, ecc. Purtroppo nessuno di questi sarà all’altezza di un computer (desktop o portatile). Ricordati, ora sto parlando solo del mezzo, del "puro" hardware. Voglio solo confrontare il mezzo in sé e non come viene usato: questo è importante perché al momento sembra esserci un “tablet” che si propone come sostituto sia dei tablet che dei portatili, ed è il Microsoft Surface Pro 3. Si tratta di un tablet da 12 pollici che può montare processori Intel da i3 a i7 e memorie da 64 Gb a 512 Gb, che utilizza Windows 8.1 e che può utilizzare i programmi desktop come un computer normale. Sembra fantastico, no!? Vediamo.

Il Surface Pro 3 base, con processore i3 / 64 Gb di disco / 4 Gb di Ram… costa 819 € (iva inclusa). Sono 64 Gb totali, per cui -visto che il sistema operativo occupa spazio- effettivamente liberi ci saranno 36 Gb.
Il Surface Pro 3 top di gamma, con processore i7 / 512 Gb di disco / 8 Gb di Ram… costa 1.969 € (iva inclusa). In questo caso lo spazio disponibile sul disco è di 450 Gb.
Se vuoi avere anche la tastiera devi aggiungere dai 119,99 € ai 134,99 € (a seconda del modello). Se vuoi Office (sempre presente nella loro pubblicità) devi acquistarlo separatamente.
Il peso del tablet è di 800 grammi, la tastiera più snella pesa 190 grammi, quella più grossa 295 grammi. Nel migliore dei casi parliamo di 1 Kg, se lo consideriamo con la tastiera.
I prezzi che indico sono quelli presenti ora sul sito, potrebbero ovviamente subire variazioni in caso di offerte.

UTILIZZO
Prima ho fatto un confronto basato puramente sulla potenza dell'hardware, e l’obiezione che mi si potrebbe fare è che non c’è bisogno di tutta questa potenza su un tablet: sui tablet le applicazioni sono diverse e più semplificate, o meglio, pensate per azioni più semplici. Già questa affermazione potrebbe rispondere alla domanda base, ma non voglio concludere qui.
Probabilmente quel che salta più all’occhio nel confronto tra un portatile e un tablet è la dimensione: il portatile chiuso è molto più grande di un grande tablet, figuriamoci il portatile aperto. Questa differenza, che è sostanziale, è anche la sostanziale differenza nell’utilizzo. Qualunque computer/tablet è utile se può elaborare i nostri input restituendo un output. Nel caso dei tablet i nostri input (salvo accessori vari) possono essere inseriti solo tramite lo schermo, con questo metodo abbiamo una serie di menomazioni:

  • una drastica riduzione della visibilità dei contenuti, per esempio scrivendo la tastiera invade, in alcuni casi, più della metà dello schermo. Disegnando sullo schermo, anche o selezionando qualcosa, sarà molto facile coprire il risultato del nostro lavoro con il proprio dito, anche se l’applicazione prevede uno spostamento del “punto del cursore” rispetto al dito, ci sarà sempre un problema quando questo si avvicina a uno dei bordi.
  • una ridotta velocità e precisione del inserimento dell’input, che sia testo o disegno. Non saremo mai veloci e precisi a posizionare il cursore in una particolare parte del testo per fare una correzione. Non saremo mai precisi a disegnare, selezionare o posizionare con il dito di quanto lo saremmo con il mouse.
  • non abbiamo un feedback fisico dell’inserimento dell’input, dato che a differenza di una tastiera non abbiamo la percezione fisica della pressione di un tasto, non potremmo mai fare una “scrittura a tastiera cieca“, che risulta molto veloce su lunghi testi. Il massimo che potremo avere sarà un feedback acustico o a vibrazione, che però non è paragonabile.
  • Di solito la posizione di utilizzo del tablet non sarà ergonomica quanto può essere quella di un portatile, o meglio ancora, quella di un computer desktop. Nella maggior parte dei casi le mani ci servono sia per tenerlo su che per scrivere, come si fa con uno smartphone.

ASPETTATIVE
Ti aspetti di sostituire il computer per leggere e scrivere email? Sì, va benissimo: con le limitazioni viste sopra nel momento della scrittura, per il resto (consultare pagine web, social e simili) è ottimo! Se invece ti aspetti di poter creare documenti Excel, presentazioni, documenti Word con qualcosa in più del semplice testo, fare fotoritocco, o altre operazioni elaborate di qualsiasi genere è probabile che rimarrai molto deluso. Non perché queste cose non siano possibili ma perché saranno molto difficili, di scarso risultato e molto lente da fare.

Ti aspetti di portarlo sempre con te, cosa che non facevi con il tuo portatile? Non è proprio così comodo, ti porteresti dietro un dispositivo di 650 grammi grande quasi come un foglio A4, tipo l’iPad? Oppure il “tablet” Surface, grande praticamente come l’A4 e di 800 grammi (o 1 Kg con la tastiera)? Inoltre il Surface con la tastiera lo puoi usare praticamente solo su un tavolo... metterlo sulle ginocchia seduti sul divano è probabilmente una cosa molto difficile, cosa che invece puoi fare con un portatile.
Forse la misura ideale per un tablet è quella dei 7/8 pollici, come ha fatto Samsung con il Galaxy Tab in tempi non sospetti, e poi in seguito anche Apple con il suo iPad Mini. Probabilmente è la misura ideale tra funzionalità e trasportabilità.

La domanda va quindi ribaltata, ti serve veramente un portatile? Se il portatile lo usavi come un tablet allora il portatile non era lo strumento giusto per i tuoi usi: in questo caso sì, il tablet potrebbe sostituire il portatile. Se invece paragoniamo un tablet a un portatile il paragone non regge, semplicemente perché sono due cose diverse per usi diversi.
Credo che uno non sostituisca l’altro, la differenza sta nella necessità di ognuno.

E il Surface? Sinceramente non saprei dove collocarlo, è una via di mezzo tra tablet e computer. Con 1.000 € o più, preferisco comprare un portatile, magari un ultra-book. Sottile, leggero e potente, che però è un “vero” computer. Ma questa è una mia opinione, per me uno strumento deve svolgere bene pochi compiti, uno strumento che è pensato per fare tutto sarà discreto in tutto.

 

PS: la seguente foto è stata fatta con un tablet (comodo da impugnare) ma elaborata con un portatile (maggior potenza di calcolo): a ciascun dispositivo il suo utilizzo!

Photo